NEWS

ROSELLA POSTORINO

Hitler's Tasters


The bestselling novel Hitler’s Tasters by Rosella Postorino, published by Feltrinelli, will become a movie produced by Lumière &Co and distributed by Vision Distribution. The film will be directed by Oscar nominated Cristina Comencini, with an international cast. Several European co-producers are already committed.

Winner of the 2018 Campiello Award, the Rapallo Prize, the Chianti Prize, the Vigevano Prize, and the Wondy Prize, amongst others, including the prestigious Prix Jean-Monnet in France.  Postorino’s novel has been translated into 32 languages and sold over half a million copies in 46 countries.  Inspired by the story of Margot Wolk, who at the end of her life confessed her involvement as a taster of Hitler’s food, the novel tells the story of Rosa Sauer, forced together with nine other women, to taste the Fuhrer’s meals in order to protect him from food poisoning. Every day, three times a day, she is forced to taste death. In a climate of coercion, these ten women become friends and rivals, they ally and betray each other; they fear and fall in love and do everything they must to stay alive.

Rosella Postorino: “I am hugely curious to see my Rosa Sauer in flesh and blood. It is always exciting to see a story take shape in a different art form. Lumière’s project is ambition and I am delighted.”

Cristina Comencini: “The novel, drawn from a true story, reveals how war is enacted upon the female body. Rosella wrote a novel that recounts a story very few know. I am very happy to make this film and honour her courage.






 


NEWS

ROSELLA POSTORINO

25e édition du prix Jean Monnet
La goûteuse d’Hitler


Pour la 25e édition du prix Jean Monnet, organisé dans le cadre du Festival Littératures Européennes Cognac, c’est une lauréate qui est saluée. En effet, l’Italienne Rosella Postorino, pour son roman La goûteuse d’Hitler (trad. Dominique Vittoz - Albin Michel), remporte la récompense.
À l’automne 1943, Hitler, comprenant qu’il est en train de perdre la guerre, se réfugie dans sa Wolfsschanze, sa tristement célèbre « tanière du Loup ». Située en Mazurie, région boisée du nord-est de la Pologne, celle-ci constitue un mausolée indestructible. Ici, rien ne peut atteindre le Führer. À moins… à moins que la mort ne vienne des cuisines. C’est cela : la nourriture empoisonnée !






 


NEWS

MARCO MARTANI e LORENZO BECCATI

Marco Martani winner of the Premio Romiti for First novel and Lorenzo Beccati winner of best book of the year!





 


NEWS

CORAZÓN GIRATORIO
Donal Ryan

Lo scoppio della bolla immobiliare ha lasciato sequel in una piccola città irlandese, dove la prosperità degli ultimi anni ha lasciato il posto a abitazioni fantasma, disoccupazione e disperazione. Attraverso i monologhi di una ventina di personaggi che raccontano la loro versione di ciò che è accaduto, emerge un resoconto unico e devastante delle conseguenze della crisi finanziaria nella profonda Irlanda.





 


NEWS

MARTA PEREGO
Le grandi donne del cinema

Arriva in libreria "Le grandi donne del cinema" di Marta Perego (Editore De Agostini) che racconta le storie di 30 star del cinema che hanno lasciato (o stanno lasciando) un segno sia per i ruoli che hanno interpretato sia per le loro scelte di vita. Audrey Hepburn, Ingrid Bergman, Vivien Leigh, Anna Magnani... E ancora Kate Winslet, Emma Watson, Jennifer Lawrence, Valeria Golino. Che cosa hanno in comune queste donne così diverse tra loro? Un talento speciale, l’adorazione dei fan, una carriera strepitosa, storie d’amore che hanno fatto sognare. Ma anche dolori segreti e sacrifici nascosti all’occhio dei media, la forza di non scendere a compromessi, l’impegno civile o umanitario, la determinazione nel tracciare la propria strada in un ambiente dominato, di fatto, dagli uomini.

“Questo libro parla delle donne del cinema. Quelle donne che hanno cambiato, e stanno cambiando, l’immaginario femminile attraverso i personaggi che hanno interpretato e le vite che hanno condotto - spiega l’autrice - Ho deciso di sceglierne alcune, quelle che hanno rappresentato qualcosa per me e per il periodo in cui sono vissute. Quelle che più di altre hanno segnato un tracciato che film dopo film, personaggio dopo personaggio, ha modificato l’immagine della donna, non solo sul grande schermo, ma anche nella vita reale. Donne che sono state ribelli, libere, rivoluzionarie. Che hanno affrontato difficoltà e ostacoli con coraggio e determinazione - conclude la Perego - Che hanno amato, osato, sbagliato, ma sono diventate un esempio. Perché il cinema ci ha aiutato a essere le donne che siamo”.