• img-book

    Lorenza Gentile

Categoria:

Le piccole libertà

Autore: Lorenza Gentile

Oliva Viola ha trent’anni, quando non la vede nessuno ama buttarsi a terra in modo plateale e gridare “Dopo tutto, domani è un altro giorno” come Rossella O’Hara o abbracciare un gatto randagio sotto la pioggia come Holly Golightly in Colazione da Tiffany. Di lei gli altri sanno che ha un lavoro precario in una grande azienda e sta per sposare Ugo, che piace tanto ai genitori. Che passi le notti in bianco, soffra di tachicardia e a volte senta dentro un vuoto incolmabile non conta: fa parte della vita, le assicura l’analista. E la vita è come l’oceano, bisogna solo imparare a padroneggiare il surf.

Ma come affrontare l’onda anomala che sta per travolgerla?

Dopo anni di misterioso silenzio, sua zia Vivienne, figura carismatica e anticonvenzionale che le ha trasmesso l’amore per il teatro e la letteratura, le ha inviato un biglietto per il treno notturno per Parigi con l’invito a raggiungerla per parlare di questioni importanti.

Oliva decide di partire senza immaginare che Vivienne non si presenterà all’appuntamento e che mettersi sulle sue tracce significherà vivere nella libreria Shakespeare and Co. Insieme ai tumbleweed, il gruppo di aspiranti artisti bohémien voluto da George Whitman.

Unica regola: leggere un libro al giorno – Hemingway, Kerouac, Henry Miller, Anaïs Nin e tanti altri – e fare i turni in libreria.

Mentre la zia continua a negarsi, le certezze di Oliva inizieranno pian piano a sgretolarsi, bevendo vino sulla riva della Senna con un clochard filosofo, partecipando a un atto di psicomagia con Jodorowsky e inseguendo un furetto tra i parrucchieri afro di una via che si chiama come un pollo. Fino ad arrivare al momento della scelta: continuare a cercare l’inafferrabile Vivienne o cedere al proprio senso del dovere e tornare a casa? E soprattutto: restare fedele a ciò che gli altri si aspettano da lei o a se stessa?

Quando tante piccole libertà finiscono per farne una grande, rinunciarci diventa quasi impossibile.

Editore: Feltrinelli
Anno Pubblicazione: 2021
Numero Pagine: 256



Author
avatar-author
Lorenza Gentile vive a Milano. Il suo primo romanzo, Teo (Einaudi Stile Libero, 2014) ha vinto il Premio Kihlgren Opera Prima, Rhegium Julii Opera Prima e Fortunato Seminara Opera Prima e  lo “Young Juri Award” della Literaturhaus di Vienna. È stato tradotto in Corea, Spagna e Germania. Nel 2017 è uscito il suo secondo romanzo, La felicità è una storia semplice (Einaudi Stile Libero). Scrive per il teatro (If not today, eventually - Camden People’s Theatre, Londra, 2016) e collabora con varie testate tra cui Centodieci.
Libri di Lorenza Gentile